Final Fantasy VII Remake

Photo by BagoGames / CC BY 2.0

Grandissime novità per gli amanti di Final Fantasy. Il tanto atteso e più volte rimandato remake del settimo capitolo della saga Square Enix, uno dei più venduti di sempre, arriverà nei negozi il prossimo 3 marzo 2020 per PS4 e nei mesi successivi per tutte le altre piattaforme. Siete pronti a vestire ancora una volta i panni di Cloud Strife e a rovinare i piani alla cattivissima Shinra?

L’ambientazione del primo capitolo dell’edizione remake sarà la stessa che milioni di videogiocatori hanno imparato a conoscere e ad amare ormai molti anni fa: il pianeta è in mano alla compagnia elettrica Shinra che utilizza le risorse naturali come forma di energia e lo sta prosciugando. A cercare di impedirlo, partendo dalla città di Midgar, un gruppo di guerrieri ribelli, la Avalanche, che decide di arruolare l’ex soldato Shinra, diventato mercenario, Cloud Strife. È l’incipit di un’avventura che porterà il biondo spadaccino e il suo team a esplorare un mondo steampunk reso ancora più realistico nel titolo che uscirà il 3 marzo prossimo.

Final Fantasy VII Remake partirà proprio da qui, per dare una reinterpretazione in chiave contemporanea di uno dei giochi che ha ridefinito i canoni del genere GdR RPG e che promette di spostare ancora più in alto l’asticella della giocabilità.

E se la versione originale aveva fatto desiderare nel finale, il remake promette importanti novità. La storia narrata in questo primo capitolo del nuovo progetto si concluderà con la fuga del gruppo da Midgar e si concentrerà in maniera approfondita sugli eventi che il gioco originale aveva toccato solo marginalmente. In più verranno approfonditi i personaggi e verrà introdotto un nuovo sistema di battaglia ibrido in grado di unire azione in tempo reale e combattimenti strategici basati sui comandi come nella migliore tradizione di Final Fantasy. Che sia arrivato il momento della fine dello steccato che ancora esiste tra giochi di ruolo e giochi d’azione?

Quello introdotto da Square Enix è un sistema di gioco che ha stupito per fluidità e varietà nelle prime prove della versione demo presentate alla recente Milan Games Week 2019. Fin dai primi combattimenti sulle scale del reattore nucleare, i primi da affrontare anche nel remake, si capisce che qualcosa è cambiato rispetto alla versione originale. Il cambio di personaggio si è fatto più dinamico e permette una maggiore accuratezza delle strategie d’attacco da mettere in campo. La vera e propria innovazione, però, resta quella dell’arrivo dell’ATB (Active Time Battle): inflitta una certa quantità di danni ai nemici, la barra si riempie e permette di eseguire azioni più avanzate, aumentando le opzioni d’attacco a disposizione e rallentando il tempo della battaglia. Un effetto non soltanto scenico ma utilissimo per creare combinazioni devastanti. Una vera e propria rivoluzione che troverà la sua apoteosi quando il party sarà composto da molti eroi.

Final Fantasy VII Remake

Photo by BagoGames / CC BY 2.0

Profondamente rinnovati anche il comparto audio e la grafica, adattata alle evoluzioni delle console di moderna concezione e in grado di adattarsi perfettamente alle dinamiche tattiche dell’ATB. Il merito è tutto del capo progetto Kitase che si è circondato del giusto mix di veterani dell’industria del gaming e di nuovi talenti, nati col mito degli epici scontri tra Cloud e Sephiroth ma pronti a riadattarlo in chiave moderna. Una rivisitazione che oltre al gameplay coinvolge anche la trama: le indiscrezioni affermano che quello in uscita a marzo sarà solo il primo dei remake dedicati al settimo capitolo della saga e che ci saranno importanti novità nel plot narrativo.

Per gli amanti del gioco le novità non sono finite. Nell’edizione del Lucca Comics & Games, in programma da mercoledì 30 ottobre a domenica 3 novembre 2019, i fan avranno la possibilità di tenere nelle mani due delle armi più celebri del gioco: la spada di Cloud e la mitraglia automatica di Barret. Sarà sufficiente recarsi allo stand di Square Enix in Piazza San Michele per vestire i panni di due dei personaggi più iconici della storia dei videogiochi.

SHARE
Previous articleOvercooked 2

Rispondi