All’evento #BeForTheGamer NVIDIA ha presentato le nuovissime schede video GeForce RTX 2070, GeForce RTX 2080 e 2080 Ti

Dopo più di due anni è stata presentata la nuova famiglia di schede video da NVIDIA direttamente alla Gamescom di quest’anno per il supporto al nuovo sistema di rendering Ray Tracing, in uscita il 20 settembre di questo anno, prenotabili già da ora.

Le schede video:

Sono state tre le schede video presentate per ora dal CEO di NVIDIA, Jensen Huang, all’evento:

La GeForce RTX 2080 Ti, RTX 2080 e RTX 2070 [in ordine di potenza e prezzo]

NVIDIA ha deciso di abbandonare il brand GTX in favore del nuovo RTX proprio per evidenziarne l’evoluzione, dall’architettura Pascal alla nuova architettura Turing (e non Volta come si era ipotizzato).

Ciò consiste in un eccezionale aumento di prestazioni:

Comparazione NVIDIA GeForce RTX e NVIDIA GeForce GTX
Nell’immagine una comparazione delle vecchie schede Pascal con le nuove Turing, utilizzando una nuova unità di misura, detta RT Operetion, resa necessaria a causa della complessità dei miglioramenti ottenuti dalla nuova architettura.

Per i giochi che sfruttano la nuova tecnologia del Ray Tracing si parla di un aumento delle prestazioni di otto/nove volte rispetto alla vecchia architettura, mentre riguardo i giochi normali un aumento del doppio, permettendo di giocare a 4K e 60 fps anche nei giochi più impegnativi.

I prezzi delle Founders Edition (prodotte direttamente da NVIDIA) risultano maggiori rispetto al passato, soprattutto per il mercato italiano: si parte da un prezzo di 649€ per la RTX 2070, passando per 869€ per la RTX 2080 finendo con 1279€ per la top di gamma RTX 2080 Ti

A fine articolo trovate le specifiche tecniche di ognuna delle schede video.

Ma cosa è questo Ray Tracing?

Ray Tracing:

La vera novità di questa serie di schede è proprio la loro ottimizzazione per questa tecnologia. Sistema già conosciuto e usato in passato, ma raramente utilizzato in tempo reale a causa del suo incredibile peso sulle performance.

L’innovazione che porta questa tecnologia riguarda la simulazione realistica della luce rispetto ai sistemi di rendering (sistemi di resa grafica) precedenti. Tale algoritmo si basa sul percorso fatto dalla luce, seguendone il movimento permettendone di simulare i reali comportamenti, quali la riflessione, rifrazione ed ombra in base al tipo di superfice che essa incontra. Ciò porterebbe ad avvicinarsi molto ad una rappresentazione fotorealistica di ciò che vediamo a schermo con risultati impressionanti. È possibile apprezzarne la qualità dalle numerose demo pubblicate dalla stessa NVIDIA.

Per maggiori informazioni vi rimando al sito dedicato di NVIDIA.

NVIDIA GeForce RTX 2080 Ti Founders Edition:

  • Architettura GPU: Turing
  • NVIDIA CUDA core: 4352
  • RTX-OPS: 78T
  • Boost Clock: 1635 MHz
  • Specifiche memoria: 11 GB di memoria GDDR6 ad una velocità di 14 Gbps
  • Bus di memoria: 352 bit
  • Potenza della scheda grafica: 260W

NVIDIA GeForce RTX 2080 Founders Edition:

  • Architettura GPU: Turing
  • NVIDIA CUDA core: 2944
  • RTX-OPS: 60T
  • Boost Clock: 1800 MHz
  • Specifiche memoria: 8 GB di memoria GDDR6 ad una velocità di 14 Gbps
  • Bus di memoria: 256 bit
  • Potenza della scheda grafica: 225W

NVIDIA GeForce RTX 2070 Founders Edition:

  • Architettura GPU: Turing
  • NVIDIA CUDA core: 2304
  • RTX-OPS: 45T
  • Boost Clock: 1710 MHz
  • Specifiche memoria: 8 GB di memoria GDDR6 ad una velocità di 14 Gbps
  • Bus di memoria: 256 bit
  • Potenza della scheda grafica: 175W

Rispondi