Edna & Harvey: The Breakout

Anche questa settimana ci ritroviamo a parlare di un succulento titolo videoludico.
Dai creatori di Deponia e The Whispered World, oggi vi presentiamo Edna & Harvey: The Breakout!
Pubblicato il 25 Ottobre 2013, è divenuto sin da subito uno delle pietre miliari dei Point & Click indie.
Gli sviluppatori, Daedalic Entertainment, hanno segnato ancora una volta il loro passaggio con un titolo che non ha nulla da invidiare ai giochi dello stesso genere.

Edna & Harvey: The Breakout. La trama!

La trama del gioco è piuttosto semplice, ma è proprio in questa semplicità che si nasconde la chiave di volta del gioco.
Vi troverete a giocare nei panni di Edna, una graziosa fanciulla con problemi mentali, e di Harvey, il suo inseparabile coniglietto di pezza, con il quale darà vita a interessanti dibattiti che le saranno di grande aiuto durante lo svolgimento del gioco.
Edna & Harvey: The Breakout vi catapulterà in un manicomio (gestito da una vecchia conoscenza di Edna), nel quale vi ritroverete rinchiusi senza un apparente motivo e, soprattutto, senza ricordare nulla del vostro passato.
L’avanzamento del gioco vi renderà sempre più partecipi della vita di Edna e vi farà ben presto capire che Edna, forse, non è poi così pazza.
Lo scopo del gioco? Evadere da questo tremendo manicomio, scoprire la verità e ricollegare il passato con il presente di Edna.

Gameplay: Clicca qui, usa, parla…

Come ogni Point&Click che si rispetti le azioni che potrete eseguire all’interno degli scenari sono le classiche: parla, usa, prendi e guarda.
Non sono presenti molte innovazioni, salvo eccezione per quando impersonerete il pupazzetto Harvey, che cercherà di riportare alla mente di Edna alcuni frammenti del suo passato.
In genere, infatti, la raccolta di oggetti e il completamento dei puzzle sparsi in giro per il gioco costituiscono il gameplay dei Point & Click. E questo non fa eccezione.

Grafica: Niente di eclatante

La grafica non è niente di eclatante. Un titolo di questo tipo dovrebbe avere una veste grafica parecchio curata, ma Edna & Harvey: The Breakout non vanta questa particolarità. Gli scenari sono disegnati grossolanamente e mancano le animazioni generalmente presenti in questo genere di titoli.
Ad ogni modo il gioco rimane comunque piacevole, senza stancare nemmeno il giocatore più esigente.

Edna & Harvey: The Breakout

Suoni ed Effetti: Minimali

Gli effetti sonori sono minimali, e vengono usati per completare il quadro artistico del titolo. I dialoghi sono parlati anche con audio, e questo ci piace parecchio. In alcuni casi, scelte di questo tipo riescono a coinvolgere appieno i giocatori e a farli immergere completamente all’interno del gioco.

Bug: Purtroppo sì…

Il gioco presenta parecchi bug, e durante il gioco spesso vi accorgerete di avere anche dei rallentamenti di non poco conto. Certo, non saranno troppo evidenti, ma in qualche modo infastidiscono il giocatore. Soprattutto quando si deve aspettare più di qualche secondo per passare da uno scenario all’altro.

 

REVIEW OVERVIEW
GAMEPLAY
8
AMBIENTAZIONE
9
LONGEVITÀ
7
GRAFICA
6
AUDIO
6
SHARE
Previous articleTekken 7 avrà i 60 FPS
Next articleCarta Portale: In arrivo su Clash Royale [LEAK]
Player attivo, classe '91, sin da quando è riuscito a capire come coordinare le proprie mani: una sulla keyboard e una sul mouse. Gioca da un'intera vita, sprecata a detta di molti , a qualsiasi videogames presente sul mercato. Da qualche tempo si interessa del fenomeno degli "Indie" (giochi indipendenti), perchè in essi ha visto un possibile ritorno agli anni d'oro dei videogames.

Rispondi