Switchcars videogioco arcade indie su steam

Switchcars è un roguelike arcade game, creato da Slobodan Stevic, che vi farà impersonarei panni di un temerario viaggiatore del tempo.
Il gioco, attualmente in Steam con accesso anticipato, sta riscuotendo parecchi consensi e comincia ad essere accettato dalla mole di videogiocatori presenti sulla piattaforma sviluppata da Valve.
Disponibile unicamente per PC, almeno per il momento, è stato rilasciato il  4 marzo 2016.

Trama

Switchcars è uno di quei giochi dove la trama passa in secondo piano. Lo scopo del gioco, infatti, è quello di fuggire da un  determinato anno, che potrete scegliere prima di cominciare la partita (dal 1950 al 2055), per arrivare, si spera vivi, al futuristico anno 2055. A facilitarvi il tutto, ci saranno parecchi mezzi che potrete adoperare per raggiungere l’ambito anno. A rendere tutto più complicato, saranno dei vermoni che, allo scadere di un timer, cominceranno a farsi vivi per sventrarvi e far fallire le vostre possibilità di salvezza .

Switchcars rosa

Gameplay: Toglietemi quel vermone! ahhhh!

Come suggerisce lo stesso nome, Switchcars presuppone un cambio di veicoli. Avrete a disposizione tre slot, dentro i quali potrete conservare i mezzi che riuscirete a rubare durante gli scenari e che, all’occorrenza potrete riprendere in mano. Ogni mezzo possiede delle particolari capacità. Viaggiare con una macchina in dei binari di treno, tanto per dirne una, vi rallenterà parecchio.
E potrebbe essere alquanto spiacevole, dato che avrete dei bei vermoni pronti ad assaltarvi da un momento all’altro!
La possibilità di avere power-up, come: Razzo a propellente, machine-gun, cingoli per veicoli, e molti altri, vi aiuterà a muovervi con semplicità nei vari scenari. I veicoli, più di 1000, avranno due caratteristiche essenziali da dovere tenere sempre sotto occhio: il combustibile e l’integrità. Se una di queste due caratteristiche dovesse esaurirsi, sarete costretti ad abbandonare il veicolo e a cercarne un altro.
Come semplice pedone, sarete molto più lenti, oltre che vulnerabili agli attacchi dei vermoni e degli imprevisti dello scenario.
Per evitare che il player debba impiegare parecchio tempo per cercare un nuovo veicolo, il gioco dà la possibilità di velocizzare il tutto usando un rampino per attaccarvi agli oggetti dello scenario e catapultarvici rapidamente.

Gli Ambienti: Posso respirare nello spazio?

Switchcars è dotato di un engine di Procedural environments.
Che in parole povere vuol dire che gli scenari saranno generati casualmente e che quindi, non giocherete mai due volte la stessa partita!
Le ambientazioni sono svariate: foreste, strade, campagne, ghiacciai, binari di treno, miniere, spazio profondo..etc
saranno disponibili più di 100 ambientazioni differenti con più di 150 oggetti statici.

Switchcars ambientazione

I Veicoli: Non ho la patente per quel Jet!

Come già anticipato, i veicoli ricoprono un rolo di primaria importanza per Switchcars.
Saranno la vostra ancora di salvezza per raggiungere il 2055 e mettere la pelle al sicuro!
Tra una semplice auto, un bus, un treno, un jet o un Hovercraft, sarete impegnati a sfrecciare attraverso le insidie dello scenario. La possibilità di trovare in giro per gli scenari stazioni di riparazione, vi darà la possibilità di rimettere in sesto il vostro veicolo preferito e continuare, in questo modo, ad usarlo.
Occhio sempre alla benzina o alla batteria, in caso doveste raggiungere ambientazioni futuristiche.

Switchcars veicoli

 Musica e grafica: Dulcis in fundo

La musica e la classica grafica pixellosa, tipica di questi emergenti giochi indie, non dispiace.
La musica non stanca, anzi, permette di concentrarsi maggiormente e di caricare il giocare quanto basta per immergersi completamente nel gioco.
Le ambientazioni, i veicoli e gli effetti speciali, sono fatti a regola d’arte.
Niente di nuovo, ma il tutto è stato mixato con cognizione e professionalità!

REVIEW OVERVIEW
GAMEPLAY
8
AMBIENTAZIONE
8
LONGEVITÀ
10
GRAFICA
7
AUDIO
7
SHARE
Previous articleFinal Fantasy VII Remake all’E3 2016?
Next articleDragon Ball Fusion
Player attivo, classe '91, sin da quando è riuscito a capire come coordinare le proprie mani: una sulla keyboard e una sul mouse. Gioca da un'intera vita, sprecata a detta di molti , a qualsiasi videogames presente sul mercato. Da qualche tempo si interessa del fenomeno degli "Indie" (giochi indipendenti), perchè in essi ha visto un possibile ritorno agli anni d'oro dei videogames.

Rispondi