Ubisoft chiude Ghost Recon Phantoms

Ubisoft ha deciso di terminare Ghost Recon Phantoms.
Lo sparatutto tattico realizzato dalla casa francese e disponibile esclusivamente per PC terminerà la propria vita tra non molto; i fan della serie avranno tempo solo fino al 1° Dicembre, giorno prescelto per la chiusura dei server.

La motivazione, fornita in un Q&A sul sito ufficiale, è facilmente comprensibile:

“Sfortunatamente, GRP non ha avuto il successo sperato ed abbiamo quindi deciso di chiuderlo. Non è stata una decisione facile per noi, ed abbiamo cercato a lungo una soluzione alternativa. Ma alla fine abbiamo deciso di terminare il gioco e concentrarci su altri progetti”

Oltre al danno, per i giocatori con del credito rimanente sui rispettivi account si aggiunge una “beffa”:

“Vi daremo 90 giorni per utilizzare il vostro credito premium in gioco. Al termine di questi non sarà più possibile acquistare credito per il premium, o utilizzare gli oggetti successivamente alla chiusura del gioco”

“In accordo con i nostri termini per l’utilizzo e con i termini per la vendita, non sarà possibile ricevere alcun rimborso”

Visto l’impegno profuso da Ubisoft nella realizzazione di giochi per la console, alcuni utenti hanno espresso il dubbio che la casa francese considerasse i giocatori su PC come utenti “di serie B”. C’è stato un chiarimento anche in questo senso:

“Il nostro obiettivo è fornire ai giocatori la miglior esperienza di gioco possibile, indipendentemente dalla piattaforma. Questo implica che i nostri teams impieghino il tempo necessario ad ottimizzare il gioco per le diverse piattaforme, ed è qualcosa che desideriamo migliorare continuamente”

Ghost Recon Phantoms avrebbe dovuto avere una versione su Wii U: annunciata il 24 Maggio 2011,  non è mai stata realizzata.
Si concludono così gli oltre 2 anni di vita del gioco, che ha certamente regalato ottimi momenti di svago agli utenti; alla sua uscita, datata 10 Aprile 2014, il gioco ha avuto delle discrete review totalizzando un punteggio di 70/100 su Metacritic.
Punteggio evidentemente insufficiente per scatenare la passione dei fan, che non sono arrivati in un numero tale da convincere Ubisoft a mantenere aperto il proprio progetto.

Fonte: Gamespot

2 COMMENTS

  1. Una buona alternativa open world potrebbe essere The Division.. ma devi giocarci con degli amici per godertelo appieno.
    Un altro Must è Rainbow Six Siege, da provare!

    TPS free to play.. purtroppo le alternative attualmente sono inesistenti, terremo d’occhio la scena sperando in un altro titolo simile!

  2. ho giocato per anni a questo game, MERAVIGLIOSO! Unica pecca è che era pieno di cheaters.
    Adesso che chiude mi sento un po’ perso, qualcuno mi sa consigliare un ‘alternativa? Mi piacciono molto i tps competitivi online con le coperture.

    Grazie!

Rispondi