Clash-Royale-Il-Gioco-Ti-Fa-Perdere

Clash Royale è l’ultimo titolo pubblicato dalla SuperCell. Uscito per la prima volta il 4 gennaio 2016 per iOs e rilasciato a marzo globalmente per tutte le piattaforme.
Ha avuto da subito una grande fortuna, dopo soli quattro mesi dalla sua uscita vanta un numero spropositato di giocatori.

Non siamo qui, però, per parlare direttamente del gioco, ma per rispondere ad una domanda:
È il gioco che ti fa perdere?

Il gameplay si basa su continui scontri online contro altri giocatori. Per duellare sono utilizzate delle carte precedentemente poste nel proprio deck, per difendere ed attaccare, nel tentativo di distruggere le torri sul campo avversario e conquistare, così, le corone del re.

I giocatori più accaniti avranno notato che le partite non si basano solo sulla nostra abilità e le nostre capacità strategiche, ma sembra che, in alcuni casi, qualcosa ci impedisca di vincere.
Analizzando la nostra cronologia di battaglie ed andando a ritroso, potremo notare che, sporadicamente, dopo una serie di vittorie assegnateci, seguirà un periodo molto sfortunato ed una sfilza di sconfitte.
Perché?

Clash Royale è un gioco basato sul bilanciamento continuo.
Come affermato anche dalla SuperCell: “In Clash Royale, affrontiamo il bilanciamento delle carte attraverso una combinazione di test e analisi delle statistiche”, le battaglie multiplayer si basano quindi su analisi e calcoli.
A seconda del deck che staremo usando ci verranno posti di fronte avversari con un mazzo di carte a noi particolarmente avverso.
Come molti avranno avuto modo di notare, Clash Royale dovrebbe essere basato essenzialmente sulla strategia: ogni carta, anche la più potente, ha un punto debole, sta a noi riuscire a capire con quale unità contrastarla. Come fosse carta-sasso-forbice, le carte si mescolano in una continua rissa strategica.
Il problema si presenta quando il sistema ci pone di fronte avversari con un deck in grado di aggirare ogni nostra carta.

Questi rumors girano sul web da poco dopo l’uscita del titolo. Sui forum canadesi ed americani è possibile scovare intere conversazioni in merito, tutte ipotesi ovviamente mai confermate, ma che sembrano avere un fondo di verità.
Anche in Italia le persone hanno cominciato a farsi delle domande. Lo youtuber CiccioGamer89 è stato il primo a farci caso, dopo di lui molti altri hanno fatto più attenzione ai meccanismi del gioco e tanti hanno confermato questa tesi: è il gioco che decide se farti perdere o meno.

Viene spontaneo chiedersi il motivo. Probabilmente la SuperCell intende così incoraggiare l’acquisto di gemme e di bauli rari, nel tentativo, da parte del giocatore, di migliorarsi e sconfiggere la frustrazione della continua sconfitta.

SHARE
Previous articleRecensione di The Escapist
Next articleI Am Setsuna
Mi piace la matematica, il colore rosa e l'estate. Sono estroversa e razionale, ma soprattutto sono una gran bugiarda, il che dovrebbe darvi a pensare su tutto ciò che ho appena affermato.

Rispondi