Legami lacerati, così si intitola il fumetto recentemente pubblicato dalla Riot che ci introduce alla storia di Camille, il nuovo campione di League of Legends.

La sua storia prende vita a Piltover, definita la città del progresso, vista la continua evoluzione che ha portato degli uomini ad installarsi degli innesti meccanici al posto di intere parti del corpo, Camille è un agente operativo in piena regola, si presenta noi come una donna snella e molto agile che per cause ancora a noi ignote ha innestate due lame al posto delle gambe.

Vede gli abitanti di Piltover come ingranaggi di varie dimensioni che fanno muovere la città, lei è a caccia degli ingranaggi difettosi… La sua preda nella storia è uno Zaunita infiltrato nell’alta società di Piltover.

lasciamo a voi la lettura dell’albo a fumetti, e ci soffermiamo un attimo nel parlare della nuova campionessa. Con un perfetto tocco d’arte steampunk, e lo stile di un agente segreto, Camille sembra essere un’assassina con alta mobilità in grado di evitare colpi ravvicinati, mettere atterra rapidamente più di un bersaglio, e poter eseguire attacchi mirati sui punti deboli dei nemici.

Ma soffermiamoci un attimo anche su ciò che la sua storia ci porta. Piltover è tutt’ora una delle poche città a non essere stata rappresentata nelle mappe di gioco, visto il ritiro prematuro dell’evento che la vedeva protagonista. L’arrivo di Camille ci mostra dei dettagli di un’alta società che regola i movimenti della città che sembra andare ben oltre la giurisdizione dello sceriffo Caitlyn. Che sia un suo agente operativo, o un membro di qualche servizio segreto al di sopra della legge ci è per ora ignoto.

Approfittiamo per ricordarvi, che dopo anni dalla chiusura del Journal Of Justice è arrivato lo Universe. una sezione dedicata alla storie di vita quotidiana dei campioni, e ai concept di essi e delle loro città.

Rispondi