league-of-legends-champion-collage

League of Legends è un gioco molto vario, a volte siamo costretti ad andare in un ruolo che non ci è familiare: ma chi possiamo giocare per riuscire ad essere utili? Quali pick possono darci la sicurezza, solidità e semplicità, il tutto concentrato in un solo campione?

Andiamo con ordine:

 

Top Laner
Top Laner

GAREN:
Garen è un pick estremamente forte. Semplice da utilizzare, riesce ad infliggere molti danni anche utilizzando un setup da full-tank. Non utilizza mana, cosa che andrà a vantaggio vostro, visto che potrete spammare le skill come se non ci fosse un domani. Grazie alla passiva riesce ad infliggere anche danni puri all’avversario marchiato. Ottima la suprema per finire l’avversario con poca vita. Alta rigenerazione di HP fuori dal combattimento (passiva + warmog), in pochi secondi potrà passare da 1HP a full. Basterà ritirarsi un attimo per recuperare la vita e rilanciarsi nello scontro.

EKKO:
Forse non è il più semplice dei pick (ma nemmeno estremamente complesso), però Ekko ti permette di avere tanti CC, sicurezza, danni e resistenza. Ovviamente in toplane sarà necessaria una build da tank, ma i danni non mancheranno di sicuro (anche se dalla patch 6.11 è stato nerfato). Grazie al suo stun ad area, e la sua Q avrai CC assicurati anche per i teamfight, la suprema lo salverà nei momenti più critici. Ottimo pick.

DARIUS
Semplicemente devastante, Darius può offrirti una quantità di danno esagerata anche se buildato fulltank. Ha cc, danni elevati, dot e danni puri. Darius è un campione semplice che può (tramite l’utilizzo del suo intero kit) tirar giù facilmente i carry avversari ed infastidire gli altri. Grazie alla suprema (che infligge danni puri) sarà un pericolo anche per i tank.

 

Mid Laner
Mid Laner

ANNIE
Il pick più semplice da midlane. Dannatamente forte (in grado di oneshottare di R-Q), ha danni altissimi, ricariche non troppo lunghe, stun, danni a target ed ad area, resistenze aumentate e pure mobility. In lane non avrà problemi con la farm vista la passiva della Q, ovvero il reset della stessa ed il recupero del mana ad ogni uccisione di unità. La sua suprema (Tibbers) sarà un fastidio permamente per gli avversari di Annnie che saranno costretti a scappare oppure ad ucciderlo.

ZED
Zed è un campione definito dal molti “difficile”, ma in realtà non lo è troppo. Imparare le basi è facile, riuscire a gestirlo al 100% è complesso. Con Zed puoi oneshottare l’avversario, hai mobility, danni alti in ogni momento del gioco (sia in early game che in late), capacità di lasthit alta. Diventa un po’ più difficile nei teamfight, ma basta lanciarsi addosso al carry avverario (ADC o Midlaner), ucciderlo ed aiutare gli alleati a pulire il resto. Grazie alla sua elevata mobility può evitare qualsiasi skillshot/AOE.

KATARINA
Campione a doppia faccia. Se prende una o due kill in early, diventa inarrestabile, se muore una o due volte in early diventa difficile recuperare. Il metodo migliore per riuscire ad essere utili, consiste nel farmare in modo safe prima del 6 ed attaccare solamente se l’avversario si espone troppo, oppure se il vostro jungler vuol darvi una mano. Raggiunto il livello 6 richiedere una gank, nel caso in cui il jungler sia impegnato bisogna roammare (consiglio la bot, sono due kill potenziali). Ottenute le prime kill e chiuso il luden, gli avversari saranno costretti a focussare solamente te: ciò andrà a favore dei tuoi alleati, visto che potranno tranquillamente attaccare senza essere disturbati. NB: startare di scarpe e pozioni, ottima combinazione per evitare skillshot/aoe ed avere un buon sustain.

 

Ruolo Jungler
Jungler

WARWICK
Ottimo per i primi livelli di gioco, il nostro lupacchiotto ha un’abilità di sustain innata, la migliore tra i jungler di League of Legends. Tra la passiva e la Q, non avrete problemi a restare vivi in giungla: arriverete al Lv3 senza nemmeno utilizzare una pozione. L’unica pecca è che ha bisogno del Lv6 e della suprema per riuscire a gankare decentemente (altrimenti non ha cc, potrete solamente gankare per aiutare ad infliggere danno), ma raggiunto il 6, ogni gank è una kill quasi assicurata. Il late di warwick è devastante: il sustain, i danni e la suprema gli permettono di primeggiare in tutte le sitazioni, dai fight alle torri, dagli obiettivi ai bait.

MASTER YI
Non avrà il massimo del sustain, ma Master Yi vi permetterà di portare a casa una vittoria con poche kill in early. Danni smisurati e soprattutto danni pure sul colpo sono le caratteristiche principali di Master Yi. Senza considerare Meditazione, che gli permetterà di recuperare poca vita stando immobile, ma otterrà un’alta resistenza ai danni. Ottima pure la Q, con la quale (anche se per pochi attimi) riuscirà a diventare intarghettabile.

AMUMU
Amumu è un tank AP con un’ottima capacità di pulire la giungla, grazie alla sua W ed E. Non ha problemi nelle varie fasi del game (soffre solamente i counterjungle ai primi livelli) poiché, grazie alla sua Q ed alla suprema, le gank saranno semplici ed efficaci. In lategame sarà un pericolo da evitare per gli avversari, visto che la sua suprema può potenzialmente stunnare l’intero team avversario.

 

Ad Carry By Welterz HD Desktop Background
AD Carry

CAITLYN
Quando si parla di ADC semplici e completi, si cita sempre Caitlyn. Ha tutto: range, danni, cc, dash. Con Caitlyn sarà semplice imparare il positioning (la cosa fondamentale per gli ADC), il kiting, farmare e pokare l’avversario (col colpo della passiva). È estremamente forte in lane grazie alla possibilità di zone con le varie trappole, riesce ad evitare le gank col dash ed a finire gli avversari che tentano una fuga disperata con la suprema.

JINX
Jinx è un ADC estremamente forte e flessibile. È in grado in infliggere una grande quantità di danni sia a più avversari che in un 1v1. La particolarità di Jinx è lo switcheroo, la sua Q, che gli permette di cambiare il tipo di arma che utilizza (una minigun oppure un cannone). La minigun stacka di velocità di attacco, mentre il cannone (pur essendo lento) fa danno splash ed infligge critico ad area. Il suo kit comprende anche due CC e la suprema con la quale infliggerà più danno in base alla salute mancante dell’avversario ed alla distanza tra la partenza e l’impatto della stessa. La passiva le permette di avere mobility per fuggire oppure per assicurarsi ulteriori kill/obiettivi.

MISS FORTUNE
Se cerchiamo una grande quantità di danni ed un poke a non finire in lane, non possiamo che parlare di Miss Fortune. Grazie alla sua Q, se lanciata bene può uccidere un minion e colpire l’ADC avversario, infliggendogli una grande quantità di danni. Essa, assieme alla passiva, riesce a far spiccare Miss Fortune nei combattimenti prolungati. La suprema le concede un alto danno ad area, ottimo durante i teamfight (anche se ciò comporta la sua immobilità).

 

Ruolo di Support, League of Legends
Support

LEONA
Se quello che cerchi è un support tank, Leona è uno dei pick migliori. Grazie alla sua innata tankosità, la grande quantità di CC e la passiva che permette agli alleati di infliggere del danno bonus, Leona riesce ad assicurare al 100% almeno una kill utilizzando interamente il suo kit. L’assenza di shield/cure per gli alleati non è un grosso problema: è compito di Leona il tankare tutti i colpi che altrimenti andrebbero a colpire gli alleati.

SORAKA
Cerchi un support curatore? Soraka sarà il tuo pick. La sua cura, avendo un tempo di ricarica molto basso, sarà in grado di far recuperare vita ad un alleato in poco tempo. La cura costa mana? Nessun problema, se colpisci avversari con la tua Q, puoi recuperare vita. Soraka non è un pick puramente curativo, difatti la E crea una zona nella quale tutti gli avversari vengono silenziati e soprattutto bloccati dopo pochi secondi. La suprema è una skill globale (con range infinito) che cura tutti gli alleati e rimuove le ferite gravi.

SONA
Sona è un ottimo support da poke. Il suo kit contiene cura, danni, buff di velocità di movimento ed una suprema skillshot che stunna gli avversari. La sua alta capacità di poke riesce ad impedire all’avversario di farmare e grazie alla cura ha il sustain necessario per negare il poke avversario.

 

Questo è tutto per quanto riguarda i campioni da giocare per imparare i ruoli, ricordate però che sono solamente suggerimenti, non è da prendere come bibbia. Voi cosa ne pensate? Sostituireste qualche campione da questa lista? Fatecelo sapere con un commento qua sotto; se l’articolo vi è piaciuto mettete un like alla nostra pagina facebook.

Alla prossima!

Rispondi