Molti giocatori di Clash Royale si affidano ad altri per creare il proprio mazzo, però noi di Offline Players crediamo che sia molto più soddisfacente crearne uno con le proprie mani. Per questo siamo qui per spiegarvi le basi per la creazione dei deck.

Il tutto può essere riassunto in pochi e semplici punti:
Meta
Tipi di carte
Tipi di mazzi
Creare la base del mazzo
Collaudo e perfezionamento del mazzo

Meta

Il meta (ovvero un’unità particolarmente in voga per la sua particolare forza) su Clash Royale è fondamentale. Di base è sempre lo stesso da ormai molte patch (vediamo sempre Domatori e Giganti Royale ovunque), ma ci sono alcune carte che a causa di buff o nerf d’impatto entrano ed escono dal meta.
barbaro domatore clashEssere sempre aggiornati sul meta è fondamentale per sapere come far evolvere il proprio mazzo. Facciamo un piccolo esempio:
– Il Mini-PEKKA è appena entrato in meta? Controlliamo che nel nostro mazzo ci siano piccole unità numerose per contrastarlo.
– I barbari sono tornati in meta? Controlliamo di avere carte per contrastarli nel nostro mazzo (sfera infuocata, spiriti di fuoco, unità volanti…).

Tipi di carte

Una cosa davvero essenziale è conoscere le carte, come funzionano, come si contrastano e come giocarle. In modo molto grossolano possono essere divise in carte da attacco e da difesa, ma cerchiamo di essere più precisi.

Gruppi: in questa categoria possiamo trovare i Barbari, gli Sgherri, i Goblin, gli Spiriti di fuoco, gli Scheletri… Queste possono essere utilizzate come truppe sia di attacco (come supporto per altre carte più grandi) che da difesa (per fermare le truppe lente ma devastanti).
Bersaglio singolo: dai più classici PEKKA e Mini-PEKKA al Principe e molte altre. Queste carte hanno una forza di attacco elevata, però si distraggono facilmente. Utilissimi in attacco (se ben supportati) ed in difesa contro carte con molti punti ferita.
Danno ad Area (mischia): non sono molte le carte che fanno parte di questa categoria: troviamo la Valchiria, il Principe nero, gli Spiriti di fuoco, di ghiaccio e il Bocciatore. Queste carte hanno la particolarità di infliggere danno a più unità contemporaneamente con una portata da mischia. Ottime per eliminare i Gruppi.
Danno splash (distanza): ad esempio lo Stregone, la Strega e il Cucciolo di drago fanno parte di questa categoria. Carte che si differenziano da quelle con Danno ad Area per la loro capacità di infliggere danno a distanza (senza doversi trovare corpo a corpo).
Strutture difensive: il Cannone e la Torre infernale fanno parte di questa categoria. Servono per difendere al meglio le proprie torri e per distrarre le unità da Priorità.
Priorità: Domatore, Gigante e Gigante Royale fanno parte di questa categoria. Sono unità che danno la priorità solo ed esclusivamente agli edifici. Facilmente distraibili con le strutture difensive, ma in grado di infliggere ingenti danni se ben supportate.
Utilità: fanno parte di questa categoria lo Spirito di ghiaccio, la Scarica, l’Estrattore di elisir, lo Stregone di ghiaccio, la Congelamento ed altri incantesimi. Queste carte sono ottime per ribaltare l’esito di un’azione o dell’intera partita.
Supporto: Carte da spawn e la Principessa fanno parte di questa categoria. Ottime carte in grado di offrire un aiuto costante ad altre unità più grandi.
Lanciabili: Frecce, Razzo, Sfera infuocata, Minatore, Barile goblin e Fulmine fanno parte di questa categoria. Carte la cui utilità sta nell’infliggere danno in una qualsiasi zona del campo di gioco.

barbaro pekka clashTipi di mazzi

I mazzi invece possono essere generalizzati in 3 grandi categorie:

  • Offensivo: Mazzo da sfondamento, come si suol dire: l’attacco è la miglior difesa. Costringe l’avversario a giocare in modo difensivo, ma è molto rischioso: basta un piccolo errore per rimanere senza elisir e subire un attacco letale da parte dell’avversario
  • Difensivo: Esattamente l’opposto del mazzo offensivo. Punta molto sulla difesa, ottimo contro gli odiosi Spawn deck. La tattica è difendere con minimo costo di elisir e, appena si riesce a guadagnare un po’ di elisir di vantaggio, attaccare.
  • Controllo: Mazzo molto più versatile dei due precedenti. Prende spunti da entrambi, sia da quello Offensivo che Difensivo, riesce ad essere efficace in ogni situazione senza però eccellere in nessuno dei campi.

Creare la base del mazzo

Sia chiaro: creare un mazzo non è una cosa immediata. Richiede molto tempo, molte partite e molti collaudi, perché non tutti i mazzi sono adatti a tutti i tipi di giocatori (ognuno ha il suo stile di gioco).
Noi cerchiamo di darvi un’infarinatura generale, poi ovviamente non esistendo il mazzo perfetto ed essendoci molti stili di gioco, tutti sono efficaci allo stesso modo, se ben utilizzati.

La base per un mazzo è la seguente:
– 1/2 truppe Tank: Ovvero con almeno 2000 Punti ferita. Servono per ammortizzare i danni della torri e delle truppe nemiche, mentre le altre truppe alleate andranno a pulire il tutto nella speranza di raggiungere la torre e guadagnarsi la corona.
1/2 truppe da danno: Di questa categoria fanno parte quelle unità in grado di sopportare almeno il danno delle torri ed in grado di infliggere ingenti danni. Ottime da utilizzare in caso di poco elisir avversario e, se ben supportati, sono perfetti anche per gli attacchi normali.
2/3 Carte con danno ad area: possono andare anche le lanciabili. Necessarie per contrastare carte o combo numerose (che generalmente sono caratterizzate dalla poca vita).
2/3 Carte con bersagli anche aerei: Assolutamente necessarie per fermare truppe aeree e per attaccare truppe di terra senza essere disturbati. Tra queste carte possono esserci anche delle lanciabili, però è necessario avere almeno una carta truppa con questa peculiarità.
1 Carta struttura: Le carte struttura sono molto comode per fermare le più classiche carte da attacco (che generalmente bersagliano le strutture). Con il misero costo di 3/4/5 elisir sono in grado di fermare delle combo di oltre 10 elisir. Un’ottima chance per effettuare un contrattacco.
0/1 Pozioni di supporto: tra queste troviamo la Furia, la Congelamento, la Veleno e la Scarica. Sono molto comode se utilizzate correttamente, ma non sono per niente semplici da controllare.

re principessa clash royale

Collaudo e perfezionamento del mazzo

Arrivati a questo punto dovreste aver creato il vostro mazzo, o per lo meno la base di esso, e vi chiederete: come lo posso perfezionare?
Esiste un solo modo per farlo: giocare. Probabilmente dovrete prenderci la mano, quindi perderete le prime 3/4 partite (con una conseguente perdita di corone se non giocate amichevoli), però fatto ciò riuscirete a capire come funziona il vostro mazzo e come perfezionarlo. Questi sono i punti principali:

  • Individuare le carte chiave
    Dovrete sicuramente affrontare il problema delle combo. Quale sarà la principale serie di carte da utilizzare per gli attacchi attacchi? In quale sequenza andranno messe le carte? Il costo mi permetterà di difendermi nel caso in cui l’attacco fallisca? Come migliorare le combo? Quali carte inserire?
  • Scovare le carte inutili
    Come è doveroso individuare le carte chiave, è importante scovare anche quelle inutili. Non è complesso trovarle, basta vedere quali carte utilizzerete poco durante le sfide. Appena le avrete individuate cercate di sostituirle ponderatamente, pensando bene che rimuovendo quella carta, sarete molto scoperti contro dei determinati nemici (ad esempio se rimuovete gli scheletri, sarete scoperti contro i Mini-PEKKA, PEKKA e Principe).
  • Contrastare le carte
    Sicuramente vi troverete in difficoltà contro alcune carte, cercate di avere la più vasta quantità di counter per le carte che sono nel meta in corso. Esempio: sono in meta carte come Domatori, Giganti e Mongolfiere? Cercate di inserire almeno una struttura difensiva funzionante contro tutte e tre le carte. Il PEKKA è il vostro problema? Cercate di distrarlo con piccole carte numerose.
  • Concentrare tutto in un attacco
    Non riuscite a vincere? Cercate di sfruttare l’effetto sorpresa. Molti giocano per i primi 2 minuti con 7 carte, per sfoderare la loro carta “Jolly” durante l’ultimo minuto (durante il quale, grazie all’elisir raddoppiato, sarà possibile creare una combo più grande). Molti restano spiazzati da queste combo, poiché non avendo mai visto finora quella carta, non sapranno come contrastarla senza sprecare carte.

re moschettiere clash royaleCon questo è tutto per questa guida! Speriamo di esser riusciti a darvi almeno le basi per la creazione dei mazzi. Fateci sapere se la guida è stata di vostro gradimento con un commento qua sotto e non dimenticatevi di lasciare un like alla nostra pagina facebook per rimanere aggiornati sul mondo di Clash Royale.
Alla prossima!

 

Rispondi