Gladiator Aion guida alle stigma e basi

Questa guida fa parte della serie di “guide introduttive” per i giocatori alle prime armi su Aion.
I principali argomenti sono una descrizione generale della classe, del suo ruolo, delle sue build pvp / pve stigma, e infine equip consigliati.

Gladiator la via dell’AOE

 

<br/><a href="https://i0.wp.com/oi66.tinypic.com/2e2jgiv.jpg?w=640" target="_blank">View Raw Image</a>

Sebbene questo titolo introduttivo potrà fare storcere il naso ad alcuni veterani, la prima descrizione possibile del gladiator per un nuovo giocatore di Aion è proprio questa: il gladiator altro non è che una classe fisica che con l’ausilio di polearm e greatsword può facilmente danneggiare gruppi di nemici utilizzando skill aoe, ovvero “area of effect”.
Grazie all’armatura plate il gladiator è in grado di mitigare notevolmente i danni fisici, motivo per cui gli viene spesso attribuito il titolo di “off-tank”; il set di abilità di questa classe, tuttavia, punta con decisione su skill di danno piuttosto che difensive (al contrario del più vicino parente, il templar). Il gladiator, oltre a una grande quantità di aoe, dispone di notevole danno a target singolo e la capacità di usare doppie armi (dagger/mace) per generare un dps invidiabile da classi ritenute di puro danno.
Come anche i giocatori provenienti da altri Mmo o Moba sapranno il danno però non è tutto e il gladiator soffre molto i controlli: sleep, roots, slow causeranno molti problemi in 1v1; al contrario in un contesto di gruppo, col supporto di cleric e altri dispel, il gladiator sarà in grado di esprimere al meglio il suo potenziale.

Stigma build consigliate

 

Entrando nel dettaglio della classe, vediamo le principali build pvp e pve. 

Build PvP

Build pvp 1 – variante 2
Questa è la configurazione più comune e versatile per il pvp, con una combinazione bilanciata di aoe e single target. Partendo dalle stigma verdi, Stigma Aion Gladiatorlockdown è il bind spammabile del gladiator che impedisce agli avversari fisici di utilizzare abilità (nota: funziona anche contro i gunner e gli At per molte skill). Magic defence è un buff che aumenta per pochi secondi la resistenza ai danni magici, molto utile per non subire burst istantanei. Draining blow è una skill utilizzabile su un target a terra e ricarica hp in percentuale sul danno della skill stessa; rispetto all’alternativa stigma crippling cut, ha più cooldown ma è utilizzabile in movimento.
Passando alle stigma superiore, Exhausting wave è la classica Aoe spammabile che ricarica hp in percentuale sul danno inflitto, con un buon danno anche a target singolo. Sharp strike è una skill a target singolo ripetibile due volte con un buon danno e animazione veloce. Infine Sure strike è una skill a target singolo con alto danno base in grado di crittare per oltre 4,000 in pvp, con cooldown di 30s.
La variante 2 della build prevede di scambiare Sharp strike con Whirling strike, un dash da 17 metri con buon danno. L’opzione è interessante pensando soprattutto al fatto che il gladiator ha poche skill simili, e spesso raggiungere istantaneamente un avversario a distanza può cambiare il risultato del duello.
In entrambe le build la vision stigma sarà lo Stendardo, una bandierina posizionabile a terra che debuffa aoe la velocità di movimento e il danno pvp degli avversari.

Build PvE

Build pve 1 (single target) – Pve 2 (Aoe)
La prima build è praticamente uguale alla prima di pvp con l’unica differenza di Earthquake wave al posto di Magic defence, giusto per avere un’altra skill di danno al posto di un buff non utile in pve. Soffermandosi di più sulla build 2, utile in istanze quali Swb RST, utilizzo Howl per subire meno danno da grandi gruppi di mob; Howl è scambiabile con Lockdown nel caso non vi piacesse come debuff. Di Draining blow abbiamo parlato nel precedente paragrafo, mentre Earthquake wave è una buona aoe con danno medio che rallenta i target colpiti. Passando alle stigma superiori, Severe precision cut è uno stumble aoe con buon danno che può essere utile per mitigare il danno di grandi gruppi di mostri; lo stumble (ovvero, lo stato di “inciampo” in italiano) tuttavia non è garantito al 100%. Infine arrivando a Whirling strike, in un’ottica di build aoe può essere utile per posizionarsi velocemente al centro del gruppo di mob per poi utilizzare l’ampio kit di aoe; la ragione per cui la inserisco nella build è principalmente per sbloccare la vision Mangling Cyclone (Ciclone Schiacciante), un’interessante skill ripetibile 3 volte e utilizzabile in movimento con 1 minuto e 30 di cooldown. In qualità di vision stigma, tuttavia, è sbloccabile solo possedendo le altre stigma unlimited (droppate, e non comprate da Npc).

Le stigma non utilizzate nelle build, per svariati motivi, non sono consigliabili; come ultima nota valida sia in pvp che pve,  non cercate di sbloccare la stigma vision “Blade allround strike” perché è a caricamento ed è parecchio lenta considerando il danno che può fare.

Gear Pvp e Pve

 

 

Il processo di gear up per il gladiator può risultare complicato vista l’ampia scelta di equip. In generale è consigliabile utilizzare la polearm in pvp e secondariamente un arco per autoattacchi a distanza; in pve è possibile sfruttare le duals dagger / mace. In questo paragrafo vediamo insieme degli esempi e delle stat di riferimento.

PvP Gear

Il set più diffuso per qualsiasi giocatore mediamente attivo è il cosiddetto “star 2”, ovvero l’armatura di questo set: Archon Task Force’s Holy Plate Armour Set (5)
Il gear richiede il rank di ufficiale a 2 stelle per potere essere augmentato; attualmente questo corrisponde a una quantità bassa di honour points, ma che in futuro dopo la fusione potrà rendere proibitiva per alcuni giocatori meno assidui. In caso di difficoltà a mantenere i punti in classifica, il set rank 1 corrispondente è la scelta che fa per voi.
Questo set viene solitamente pietrato in manastone composite attack / crit, fino a raggiungere la soglia di circa 900 crit di base, 1200+ attacco e oltre.
Il secondo set di armatura consigliato è il cosiddetto “magic suppression”, un set apposito per affrontare le classi magiche. Il primo set facilmente comprabile è quello delle AC (monete antiche), successivamente passerete ai pezzi invasion in pelle (fisici). Alcuni giocatori utilizzano i pezzi cloth che offrono più difesa a discapito dell’attacco.

Passando ai gioielli per i nuovi giocatori sono consigliabili prima i BM, comprabili con le medaglie della battaglia, e successivamente i gioielli abyss rank 1. La spesa è importante, quindi valutate bene se puntare al rank di 4-star e comprare i gioielli meno costosi disponibili per la top 300 della vostra fazione.

In ultima istanza trattiamo l’argomento arma. La polearm è considerata superiore alla greatsword da una vasta maggioranza dei giocatori per una serie di motivi su cui si potrebbe fare un trattato; per farla breve la polearm ha un danno casuale più alto (il classico “crittone”) e velocità d’attacco più lenta, la greatsword invece offre danno più stabile e attacchi più veloci. Per iniziare, la buona polearm comprabile con le AC (monete antiche) fusa con una BM andrà benissimo – bastano solo 5 enchant per portarla al massimo livello.
Qualsiasi polearm viola purché max stat, 6 slot, e con un buon enchant massimo andrà bene come arma primaria da pvp; le differenze fra le varie armi riguardano piccole somme di stat leggermente differenti bilanciabili con le manastone. Volendo puntare in alto, mi sbilancio sul consigliare una Legendary Master’s Noble Catalium Polearm spesso in vendita durante gli eventi.


La seconda polearm che dovrete cercare e che richiederà non pochi sforzi è la cosiddetta “extend”, ovvero un’arma in grado di attaccare da 7 metri di distanza la cui utilità risulta evidente provando ad affrontare avversari che si muovono in continuazione. 
Esistono 3 extend, 1 delle quali comprabile solo dai giocatori di rank general e superiore,  altre 2 ottenibili completando Tiamat’s hideout (TH) o con il craft.

PvE Gear

A livello di pve la maggioranza dei player consiglia il set Hyperion-polearm per la facilità di Katalamize; un set composto da armatura viola proveniente da Swb, runadium o altri andrà comunque bene purchè max slot. Qualsiasi gear deciderete di utilizzare, l’importante sarà provare ad arrivare a queste stat: 1000 critico, 3150 accuracy, più attacco possibile (indicativamente 1300 con polearm, 800 con le duals) dando priorità ad accuracy, poi critico, e infine attacco.
Nel caso di un buon set star 2 pietrato con attack / crit e di buona disponibilità di ap (e augment), potrete optare per lo stesso set che usate in pvp – la scelta tuttavia peserà molto sul vostro bilancio di abyss points!
Una nota a parte sulle armi duals: esistono diverse combinazioni buone, ma la migliore è dagger/mace. Le armi di grendal max stat sono le preferibili, ma in alternativa è possibile utilizzare un set hyperion-spada con dagger viola di swb/rst/runadium/ecc.

Conclusioni e note

 

Seppure ci siano classi più semplici il gladiator è adatto ad essere il primo personaggio con cui affrontare il gioco. Durante la fase di exp spesso vi sentirete lenti a causa della mancanza di cure; è consigliabile quindi expare con un amico healer / supporto.

Essendo una classe fisica è importante avere un buon ping.

Per giocare al meglio è necessario approfondire argomenti quali weaving, slideshot e altri.

Rispondi